FAQ – Domande Frequenti

Le 3/4 domande che vengono in mente a tutti.

Accetti collaborazioni in Pay per Performance ?

La retribuzione a revenue per un’attività di SEO o di Web Marketing è un tipo di collaborazione che ho già sperimentato più volte e con reciproca soddisfazione in passato.
La risposta è quinid SI, ma con i dovuti “ma”.
A livello ideologico è un tipo di collaborazione che trovo molto sensata e che stimola in genere entrambe le parti. Va comunque detto che però non è così frequente che il rapporto presenti le caratteristiche ideali per instaurare questo tipo di collaborazione.
Le condizioni minime che devono presentarsi per poter iniziare a studiare una collaborazione in Pay per Performance sono:

1) Devo credere nel progetto….condizione che spero si presenti comunque sempre 🙂
2) Devono esistere dei parametri oggettivi per misurare la performance e la fattibilità tecnica per effettuare queste misurazioni.
3) Deve essere impostato un piano di collaborazione di durata medio-lunga.

Se pensate di rispondere a questi 3 requisiti e cercate per il seo e web marketing più un partner che un consulente, contattami e vediamo di parlarne insieme.

Perchè non mi pare che questo sito sia poi così ottimizzato ?

Questo sito è nato dopo un’attenta analisi degli obbiettivi che il committente mi aveva richiesto. Il committente sono io e l’obbiettivo quello di costruire un sito che fosse soprattutto gradevole e di impatto visivo ma che al tempo stesso performasse bene sui motori di ricerca per un numero limitato e circoscritto di keywords a tasso di competitività medio-basso….in due parole un sito “vetrina” 🙂
La motivazione è che non voglio essere trovato per tante ricerche differenti ma per poche parole chiave ed abbastanza facili da centrare perchè “local”. La conseguenza piacevole di questa impostazione è che ho potuto concedere molto alla parte grafica, soprattutto in homepage, spingendomi fino al lusso di “nascondere” molto testo in homepage dietro delle immagini…..ad un cliente difficilmente lo concederei 🙂

Perchè per questo sito hai lavorato solo su poche keywords non molto competitive ?

La risposta a questa domanda deve partire dalla comprensione del potenziale cliente/target che mi sono immaginato per i miei servizi.
Innanzitutto è un cliente “local”, nel senso che ha base preferibilmente in Roma, Lazio e dintorni. Questo aspetto geografico da solo rende il livello della competizione meno impegnativo rispetto a chi si rivolge ad un mercato anche solo italiano.
In secondo luogo è un cliente che ha già coscienza delle problematiche e delle terminologie del settore e questo mi ha permesso di non lavorare su parole chiave troppo generiche e quindi competitive.
In ultimo questo sito è stato pensato principalmente come strumento di marketing di secondo livello e non come strumento primario ed attivo per la ricerca di potenziali clienti.
Ecco quindi un sito “vetrina”, un sito web che mi permette di informare e sensibilizzare un potenziale partner già da me selezionato e contattato in altro modo (PPC, DEM, contatto diretto), concedendo di fatto più spazio alla grafica rispetto ad un normale sito “overottimizzato” per i motori di ricerca.

IN FEDE
Paolo Bernini